I profughi ad Abano Terme

IMG_9676

Ho sostenuto l’elezione ad Abano del sindaco Barbierato. Ma quanto afferma oggi sul mattino di Padova è profondamente sbagliato. Non è vero che l’economia di Abano è incompatibile con l’arrivo di qualche richiedente asilo, come dimostra ciò che sta accadendo a Montegrotto, che ha recentemente avviato un progetto SPRAR, accogliendo 14 richiedenti asilo, che – ovviamente – non impattano per nulla con l’economia termale.
Pienamente d’accordo nell’opporsi ai profughi concentrati nelle caserme: è negativo sia per loro sia per la popolazione. Ma credo che anche Abano debba fare la sua parte, evitando di lasciare sugli altri comuni – in primis su Bagnoli di Sopra – tutti gli oneri dell’accoglienza.

Caro sindaco Barbierato, finita la campagna elettorale, lasciamo da parte la propaganda e affrontiamo la responsabilità! Anche perché i comuni che attivano lo SPRAR hanno la garanzia di non avere altri richiedenti asilo nel loro territorio.

Il neo sindaco Barbierato conferma il “no” all’arrivo di migranti alla Terme. «Profughi incompatibili con l’economia di Abano» (dal mattino di Padova).

«Confermo quanto detto in campagna elettorale. Abano ha un’economia che va preservata e valorizzata quindi il nostro è un no all’arrivo dei migranti ad Abano»: sono parole chiare quelle pronunciate dal neo sindaco di Abano Federico Barbierato. Il primo cittadino non fa marcia indietro rispetto a quanto affermato durante la lunga campagna elettorale che domenica ha portato alla sua elezione proprio a scapito del comitato Abano dice No e del suo candidato Emanuele Boccardo. «La nostra città ha un’economia che va tutelata» spiega, «dobbiamo preservare al massimo la nostra città e dare ai nostri imprenditori e ai nostri cittadini risposte concrete e rassicuranti. Il nostro è un no secco agli hub e ai centri di accoglienza. Una città turistica come Abano ha delle caratteristiche che non si possono sposare assolutamente con l’arrivo di migranti» (…).

Lascia un commento

Archiviato in post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...