La povertà tra i minori

CatturaOggi i giornali riportano le stime di Save the Children per l’Italia: un minore su tre sarebbe a rischio di povertà. In realtà – per fortuna – le cose vanno meglio. La settimana scorsa l’Istat ha presentato in commissione Lavoro del Senato alcune stime molto accurate sulla povertà assoluta, definita come incapacità di provvedere ai bisogni di base (cibo, riscaldamento, abitazione). I minori poveri sono l’11% del totale, e questa % è molto diversa secondo alcune caratteristiche: 5% fra i minori italiani del Centro-nord, 11% fra i minori italiani del Sud, 43% fra i minori stranieri. Più del 40% dei minori poveri che vivono in Italia sono stranieri.

Complessivamente i minori poveri sono 1 milione e 100 mila: moltissimi, ma assai di meno dei 3 milioni e mezzo di Save the Children, che a mio avviso utilizzano una definizione troppo allargata di rischio di povertà.

Infine, l’incremento dei poveri si è arrestato nell’ultimo triennio, dopo essere fortemente aumentato nel triennio precedente, specialmente fra le famiglie con tre o più figli minori.

Vanno messe in atto misure più efficaci per il contrasto alla povertà assoluta, innanzitutto strumenti di inclusione attiva per il lavoro, ma anche misure direttamente connesse alla presenza di bambini.

Lascia un commento

Archiviato in post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...