Le procedure di accoglienza 


Ieri ho parlato per due ore di rifugiati con la prefetto di Treviso, per altre due ore a Vicenza alla fondazione Zoe, assieme al sindaco di Santorso, animatore dell’accoglienza diffusa nell’alto vicentino. Poi a Roma in vagone letto, e incontro col super prefetto Morcone (assieme a Santini e Rostellato). Tutto ciò mi conferma sulla necessità di aggiustamenti nelle procedure di accoglienza: evitare grandi concentramenti, aiutare i comuni che accolgono richiedenti asilo, proporre fin da subito percorsi di scuola-lavoro, accorciare i tempi e concedere con più realismo e larghezza la protezione internazionale, fare maggior sorveglianza sui territori. Da Morcone e dalla prefetto di Treviso interessanti proposte e aperture, sia su Bagnoli sia sul discorso generale. Continuerò a seguire la cosa da vicino, sperando che le cose si mettano in moto.

Lascia un commento

Archiviato in post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...