I dati sulle assunzioni 


Il sito del Sole24ore titola: Inps: meno incentivi, rallentano i contratti stabili

La Stampa: calano le assunzioni stabili.

Lo ammetto, il concetto di derivata seconda (variazione di una variazione) non è banale. Ma chi fa informazione economica dovrebbe fare uno sforzo in più, trattare con più rispetto i numeri, e non comunicarli in maniera fuorviante. 
Cos’è successo veramente? Il saldo delle assunzioni stabili nel primo trimestre del 2016 è stato positivo di 55 mila unità: ciò significa che alla fine di marzo 2016 gli assunti stabili sono AUMENTATI di 55 mila unità rispetto al primo gennaio 2016. 
Dov’è la diminuzione? Il fatto è che nel primo trimestre del 2015 i contratti stabili erano aumentati in misura maggiore (+250 mila).
Quindi, nei primi tre mesi del 2016 i contratti stabili sono aumentati, anche se con un ritmo più blando rispetto a quanto accadde nel primo trimestre del 2015. Ma sempre di aumento si tratta, non si diminuzione.

Lascia un commento

Archiviato in post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...