Referendum trivelle: votiamo SI 

  
Il referendum di domenica non è né pretestuoso né inutile. Nel merito, chi vota SI si oppone alle concessioni illimitate, ossia alla perdita di ogni controllo dello Stato su beni di suo possesso. Sempre sul merito chi vota SI vota contro un grande favore alle compagnie, che così pagheranno meno royalties e potranno procrastinare Sine die l’attività di smantellamento delle piattaforme, ma non dovranno affatto bloccare l’attività e potranno chiedere proroghe. Più in generale, chi vota SI chiede al governo di accelerare il percorso verso le energie rinnovabili. Domenica io vado a votare, e voto SI. Per un’Italia più moderna!

Alcuni dicono che la Croazia è favorevole alle trivelle, ed è demagogia non volere trivelle e nel frattempo pretendere di avere il gas a casa e la benzina nella macchina.

Macché demagogia, è una questione di scelte di politica industriale. In Croazia un governo ha vinto le elezioni sullo stop-trivelle. Non credo poi che in Croazia abbiano concessioni illimitate, l’Italia è un unicum, a quanto ne so. Poi le compagnie sono sempre meno interessate all’Adriatico, per fortuna. 

Norme troppo favorevoli, come dice Leonardo Maugiri, è “accanimento terapeutico normativo”, per salvare un’attività che non ha futuro, rallentando, di fatto, altre attività più dinamiche ed economicamente più convenienti, ad esempio la rigassificazione (Rovigo va a scartamento ridotto e Livorno è inattivo). C’è competizione fra le imprese per rientrare dagli investimenti, in una fase di prezzi bassi e di consumo di gas decrescente (da 80 a 60 miliardi di m3 dal 2007 al 2014). Il governo deve decidere che fare. 

Votando sì si dà una spinta notevole a una politica energetica più moderna, non attardata su vecchi paradigmi. Con l’idea di “sfruttare le risorse nazionali per importare di meno” perché non riapriamo le miniere d’argento e di piombo delle Alpi? Il Sulcis? Le miniere di ferro all’Elba? Non facciamoci irretire dalla demagogia (quella si…) delle compagnie. Il 17 aprile votiamo SI.

Lascia un commento

Archiviato in post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...