Scandalo rimborsi nel Movimento 5 Stelle

LUIGI-DI-MAIO-1-701x394Noi parlamentari del PD diamo una parte consistente dei nostri guadagni al partito (40 mila euro nel 2015) che li rendiconta puntualmente. Tanto per capirsi, l’85% delle spese sostenute dalla federazione PD di Padova è pagata dagli stipendi dei parlamentari. Perché tutti i bilanci sono certificati. Da questo articolo appare che anche il M5*, che non si è strutturato a partito, si finanzia attraverso i soldi dei parlamentari… ma senza alcun obbligo di rendicontazione. Mi sembra più corretta la procedura del PD. Il meccanismo dei rimborsi 5*, inoltre, è scandaloso: con la scusa che possono tenersi 3500 euro più le spese, alcuni vivono a Roma spendendo il triplo di quello che spendo io… Più di 1000 euro di vitto per stare a roma 12 giorni vuol dire andare in ristoranti di lusso… o mangiare fino allo sfinimento. Io fin dall’inizio ho deciso di trattenere una cifra pari a quel che guadagnavo prima, vivere a Roma in modo dignitoso, ma non lussuoso, e dare il resto in beneficenza. Dopo di che, se si dovesse votare l’abolizione della quota fissa (5000 euro che prendiamo a prescindere dall’attività svolta e dalle presenze) io sarei d’accordo.

Scandalo rimborsi nel movimento 5 Stelle

Lascia un commento

Archiviato in post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...