L’incursione alla mensa dei poveri a Padova

12512257_10208394475437684_8630488899087889976_n

Tanti cittadini che da anni lavorano in silenzio per gli altri. Umiliati dal loro Sindaco.

Io ritengo che ci sia modo e modo di controllare. Potrebbero accordarsi con le suore, per esempio, in modo discreto. Certo, arrivando là con i cani e i poliziotti non possono combinare nulla. La probabilità di “scovare i delinquenti” è simile a quella che avevano i blitz della Finanza a Cortina per “scovare gli evasori”, ossia zero. La politica della sicurezza non va fatta con le grancasse, ma con il paziente lavoro quotidiano. Fra l’altro, queste modalità fanno scappare dalle Cucine Popolari i veri poveri, quelli che – magari a causa di disturbi mentali – rifuggono ogni contatto con le autorità costituite. Poi conteremo i morti.

Occorre tenere presente che quando parliamo di marginalità e di povertà bisognerebbe sapere di cosa si parla. Ad esempio, molti frequentanti le Cucine Popolari soffrono di disturbi mentali, e solo a immaginare di vedere vigili, cani eccetera non ci andrebbero più, perdendo l’unico contatto che spesso hanno con qualcuno che può aiutarli a recuperare un briciolo di dignità e umanità. Altrimenti si lasciano andare alla deriva, magari fino alla morte. E’ successo e può ancora succedere. La nostra società della corsa purtroppo produce anche “scarti”, come ben sa e ripete di continuo Papa Francesco. Mandiamo i cani e i vigili anche nel nuovo centro per barboni, da lui voluto, sotto il colonnato di San Pietro? Certo, ci sono anche i piccoli delinquenti… Ma quelli possono essere contrastati con ben altri mezzi. Scrivevo su FB qualche giorno fa che solo mettendo pattuglie di soldati fisse a Termini gli scippi si sono quasi azzerati. Io torno spesso a casa dalla Stazione a Piazza Mazzini dopo le 22 e ultimamente non vedo MAI poliziotti o soldati. Forse hanno fatto il turno di mattina, alle Cucine Popolari.

Lascia un commento

Archiviato in post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...