Un bel commento sul discorso di fine anno del Presidente Mattarella

Mattarella

Un bel commento sul discorso di fine anno del Presidente Mattarella

Carlo Fusaro per “Il Corriere Fiorentino”

Non credo mi facciano velo conoscenza e stima personali. A me il messaggio del presidente Mattarella è parso un altro passo in avanti verso istituzioni da “paese normale”. Mi spiego.

Si trattava di un appuntamento di rilievo: il primo del genere, di Mattarella, eletto il 31 gennaio 2015: elezione rapida, uno dei principali successi del premier Matteo Renzi. E da parte di un capo dello Stato che ha fatto della discezione e della misura la propria cifra, in linea con una vita politica impegnata e coraggiosa, ma mai sopra le righe.

Anche solo per questo bisognerebbe essergli grati. A fronte di un malcostume inveterato, non parlare (mai!), ma sempre a urlare; mai ragionare pacatamente ma sempre inveire; mai affrontare con realismo i problemi ma sempre drammatizzarli: insomma a fronte di una specie di commedia dell’arte permanente in cui spararla più grossa è un compulsivo riflesso condizionato, Sergio Mattarella è un palermitano colto che non alza mai la voce, parla con calma dando l’impressione di essere uno che sa anche ascoltare e che ragiona prima di aprir bocca: tranquillo, sereno, mai brillante a tutti i costi.

C’è qualcosa di confortevolmente paradossale nel fatto che Matteo Renzi – colui che si è dato come missione quella di scuotere un paese assopito e depresso, a costo di fargli girar la testa con il suo agitarsi indefesso – abbia portato al vertice dello Stato uno che, in apparenza, è il suo opposto; e si presenta come la persona più lontana si possa immaginare dalla personalizzazione della politica, e soprattuttodai suoi eccessi.

Ebbene, il messaggio di San Silvestro di Sergio Mattarella è stato in linea con i suoi undici mesi precedenti, quelli di un interprete rigoroso e puntuale della Costituzione e del ruolo che essa gli affida: che non è affatto quello inventato da alcuni accademici, auspicato o censurato (a seconda faccia comodo o no) da tanti politici, talora indottodalle inadeguatezze di un circuito partiti-Parlamento-Governo incapace di funzionare. Mattarella è un presidente che si sente esonerato da interventismi controproducenti e senza alcuna voluttà di telecamere e titoloni, un presidente che sa che l’indirizzo politico della Nazione non è compito suo: affar suo, se mai, è facilitarne l’affermazione, la continuità, la omogeneità. E’ un presidente, perciò, che non si sente tenuto a dir la sua sette giorni su sette e su tutto, quasi il controcanto dei giornali del mattino o delle agenzie.

A San Silvestro, del resto, un capo dello Stato parla al paese intero (non a istituzioni, politici, partiti, giornali): bilancio dell’anno vissuto, speranze per quello che viene, grandi questioni aperte. Dunque: lavoro, evasione e corruzione, inquinamento, sicurezza e lotta al terrorismo, immigrazione, accoglienza ma con rigore, Europa. Problemi e obiettivi che devono unire. E su tutto, quest’anno, la grande question di genere: ha citato solo donne, e non è statoa caso.

Il tutto con misura, decisione sì, ma senzacedere all’indignazioneipocrita e facilecosì di moda: senza nascondere, che il singolo cittadino può e deve fare moltissimo in tutti questi campi, senza alternare invettive contro i politici e comportamenti tutt’altro che commendevoli; né che su quelle cose un paese serio non “si spacca” ogni due giorni!

Insomma: un presidente normale per un paese che ha disperato bisogno di normalità, cioè serietà. Un presidente in linea – per dirne una – con Angela Merkel, ascoltata un’ora prima (in Germania è la cancelliera che fa gli auguri di fine anno). Gente meno divertente(forse!): ma che ti può portare lontano.

Lascia un commento

Archiviato in post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...