Facebook Luglio/Agosto

La frana del Cadore

11038007_379899172208743_628212381624162545_n

 

Sono andato a vedere la frana di Acquabona, sulla strada che porta a Cortina assieme a un giovane geologo impegnato nei lavori di messa in sicurezza. Le foto che allego rendono solo in parte l’enormità del fenomeno: 100 mila metri cubi di materiale in movimento, come due campi da calcio con sopra 10 metri di ghiaia, fango e massi. La bomba d’acqua in quota (giù nemmeno è piovuto) ha spinto verso valle sassi, fango e massi che hanno travolto la strada, raggiungendo il fiume. In questo caso c’entrano poco l’incuria e per nulla la cementificazione. Ma forse è anche peggio, perché si tratta di un fenomeno naturale, difficile da fermare nella sua grandiosità, che può ripetersi anche domani, perché in quota persiste una gran massa di materiale ancora instabile. I tecnici, lavorando in condizioni quasi estreme, stanno eseguendo importanti lavori di contenimento e sistemando sensori che permettano di rallentare la eventuale caduta di materiali, e di bloccare la strada con qualche minuto di anticipo. Ma i 400 mila euro stanziati sono pochi (quasi tutti i trasporti van fatti con gli elicotteri) e la scelta su che fare dopo è angosciosa. Fermare o incanalare il materiale in quota è praticamente impossibile. Monitorare strettamente la frana e lasciare la strada così com’è? Costruire un viadotto lungo mezzo chilometro? Spostare addirittura la strada fra San Vito e Cortina sull’altro versante? Scelte difficili, costi imponenti. Prioritario adottare criteri di massima sicurezza. E poi decidere che fare, presto e bene.

Sui Migranti ed il loro impegno per la collettività

11811510_1644855365782716_1656672368635132216_n

  • Tosi come altri sindaci saggi del Veneto. La convivenza si costruisce senza pregiudizi e con gesti semplici
” Flavio Tosi Profughi al lavoro, gratuitamente, all’ex Arsenale di Verona, per sdebitarsi nei confronti della comunità che li ospita. Giardini puliti, mamme contente, convivenza decisamente migliore. #SiamoabituatiaFARE! “
  • I 5 stelle fanno i “duri” sulla migrazione… Alcune delle cose scritte sul blog di Grillo sono condivisibili, in particolare la richiesta di ridurre drasticamente i tempi per l’esame delle richieste d’asilo e quella di far corso effettivo alle espulsioni. Ma i 5* non hanno una proposta organica sulle migrazioni. Vedi sul tema l’articolo breve che ho scritto di recente sul “mulino”.

http://www.rivistailmulino.it/news/newsitem/index/Item/News:NEWS_ITEM:2864

Sulla riforma del senato
Il Senato come Camera delle regioni è oggi presentato come un machiavellico artificio di Renzi per dominare l’Italia. Leggete la quarta tesi dell’Ulivo del 1996 di Prodi, quando Renzi faceva ancora il capo scout e la Boschi giocava con la Barbie e con Ken:

http://www.perlulivo.it/radici/vittorieelettorali/programma/tesi/tesi04.html

 

Sullo Sport

KKHDY867-kPMF-U10607551221860JC-700x394@LaStampa.it

Ammettere ai mondiali di nuoto una bambina di 10 anni è un insulto verso i quasi 200 milioni di bambini che nel mondo lavorano. Perché lo sport dovrebbe dare solo buoni esempi!

http://www.lastampa.it/2015/08/07/sport/alzain-e-i-mondiali-a-anni-una-favola-hs8LmqpyGo2EctMKPLyXrJ/pagina.html

 

Sull’autismo

nicoletti-kcqB-U10302909095805nyH-640x320@LaStampa.it_-kYZD-UJxV10luxYpWMhc-700x394@LaStampa.it

Ieri in Commissione Sanità del Senato abbiamo approvato in via definitiva la nuova legge sull’autismo. Per la prima volta i disturbi dello spettro autistico sono riconosciuti al’interno dei Livelli Essenziali di Assistenza e nessuno – dallo stato alle regioni alle scuole – potrà ignorare la specificità di questa patologia. Non abbiamo stanziato risorse ad hoc, ma non è detto che fondi ad hoc sarebbero stati la scelta migliore. La diagnosi precoce è indicata in modo specifico come priorità. Certo è solo l’inizio. Ma anche per altre patologie importanti si è inziato così, e poi sono diventate punto importante di intervento del Sistema Sanitario Nazionale. Certo i problemi sono enormi, come dice in questo toccante articolo Gianluca Nicoletti. Ma da qualche parte bisognava pure iniziare

http://www.lastampa.it/2015/08/06/italia/cronache/legge-sullautismo-non-basta-la-vittoria-arriver-solo-con-una-vita-dignitosa-2L0oV0d8qoz1lEXi5wBedI/pagina.html

 

 

Lascia un commento

Archiviato in post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...