Facebook

Cari amici, ecco la mia attività in Facebook dell’ultima settimana

Family day

Oggi (sabato 20 Giugno ndr) non sono andato a Piazza San Giovanni. Massimo rispetto per chi ci è andato, inclusi alcuni colleghi parlamentari (e prima di tutto amici) come Mario Sberna, ma non condivido tutto ciò che chiedeva quella piazza. Condivido del tutto la necessità di un fisco e un welfare più attenti ai bambini e alle coppie con figli, specialmente quelli più poveri. Ritengo però importante istituire un nuovo istituto per le coppie dello stesso sesso, come ci ha chiesto anche la Corte Costituzionale con la sentenza del 2010. Unioni civili che prevedano diritti e doveri patrimoniali e meccanismi di formazione e scioglimento in parte simili al matrimonio. Perché la continuità degli affetti è un valore importantissimo, che molti omosessuali moderni desiderano condividere con le coppie eterosessuali. È un valore che è bene sia garantito anche dalla legge 

Ma, come suggerito dalla Corte, le unioni civili saranno radicalmente diverse dal matrimonio: perché non possono essere generative. Il ddl ora in discussione non prevede né la possibilità di adottare né quella di accedere alla fecondazione eterologa.

Certo, nessuno può impedire a una coppia omosessuale di accedere a queste pratiche all’estero. Come nessuno può impedirlo alle coppie eterosessuali, che costituiscono il 95% di quanti, al mondo, accedono alla gravidanza surrogata… Una pratica non consentita in Italia, che non condivido, ma su cui è difficilissimo intervenire quando praticata all’estero.

Con altri colleghi del Pd stiamo premendo per interventi a favore delle famiglie con figli, e per alcune modifiche sul testo Cirinna’.

In particolare – con l’appoggio anche delle associazioni LGTB – vogliamo togliere la parte sulle unioni di fatto, per evitare di indicare alle giovani coppie, non importa se omo o etero, scorciatoie rispetto ad impegni forti, pubblicamente ben definiti e tendenzialmente a tempo illimitato.

Ma le unioni stabili omosessuali vanno regolamentate, perché la stabilità di un’unione è sempre una cosa buona, e anche per gli omosessuali che lo desiderano, la legge può contribuire a irrobustire la continuità degli affetti.

La buona scuola

Per chi mi chiede a che punto siamo con la “buona scuola”

Il Pd tenta il tutto per tutto per arrivare a un’approvazione spedita del ddl scuola al Senato in modo da procedere alle assunzioni dei 100mila precari della scuola per l’inizio dell’anno scolastico o comuque in tempi rapidissimi. Vertice mattutino a Palazzo Chigi per il presidente del consiglio, con i responsabili del dossier: il presidente della commissione Istruzione Andrea Marcucci, il capogruppo alla
Camera Ettore Rosato, il vicecapogruppo Claudio Martini, la responsabile scuola Francesca Puglisi. Il Pd, spiegano fonti parlamentari al termine dell’incontro,
fara’ tutto il possibile per approvare la legge e quindi tentera’ con ogni mezzo di far decollare il piano assunzioni da settembre 2015 o comunque il prima possibile. Per questo confida nella collaborazione di tutte le forze parlamentari, perche’ convergano
su un testo il piu possible condiviso e ritirino gli emendamenti e si vada all’approvazione del testo in commissione per poi andare in aula subito dopo. L’obiettivo e’ licenziare il testo a Palazzo Madama entro la prossima settimana. Se la collaborazione degli altri gruppi non si tradurra’ nel ritiro degli emendamenti, al Pd non restera’ che la strada della fiducia su un maxiemendamento che conterra’ tuttavia anche proposte di modifica delle minoranze. Il confronto decisivo da questo punto di vista avverra’ in vista della seduta di commissione di martedi’ prossimo. Se non ci sara’ il ritiro degli emendamenti i relatori dovrebbero presentare il maxi-emendamento per arrivare in aula tra giovedi’ e venerdi’. Secondo questo timing serrato, la riforma potra’ essere approvata alla Camera nella settimana
successiva, dove comunque e’ previsto il passaggio in commissione.

La migrazione in Italia

Condivido in pieno le parole di mons. Perego, direttore generale della fondazione Migrantes, della Conferenza Episcopale Italiana: “il sistema di accoglienza italiano per richiedenti asilo, improvvisato, insufficiente, politicamente non condiviso, segnato da malaffare e da una burocrazia impagliata, ha portato a una mancanza di credibilità dell’Italia in Europa, e ha giustificato in qualche modo un mancato accordo europeo sul l’agenda delle migrazioni”.

In altre parole: l’Europa non si fida di come l’Italia gestisce le migrazioni. Insopportabile la lentezza delle commissioni per concedere l’asilo e dei tribunali per discutere i ricorsi. Sbagliato fare i furbetti, non identificando i migranti, sperando che se ne vadano in Francia o in Germania. Insufficienti gli accordi di riammissione con i paesi poveri per i migranti irregolari che non hanno diritto all’asilo.

L’Italia faccia i compiti per casa, poi potrà presentarsi a testa alta in Europa. Altrimenti, si abbaia alla luna.

Omicidio Stradale

In senato abbiamo approvato una legge sull’omicidio stradale, che ora passa alla Camera. Una cosa positiva è l’avere inasprito le pene per chi causa morte o lesioni gravi se in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe. Più confusa la parte che inasprisce le pene per chi provoca morte o lesioni per tutta una serie di violazioni del codice stradale. Ad esempio, il salto accidentale di un semaforo rosso è equiparato all’inversione a U con linea continua: non va bene equiparare una distrazione che può capitare a tutti a un atto deliberato di grave violazione del codice. Quindi, il principio della norma è giusto, ma il sistema delle sanzioni va meglio calibrato.

Lascia un commento

Archiviato in post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...