Inaugurazione anno portuale a Venezia

Qualche giorno fa sono stato all’inaugurazione dell’anno portuale a Venezia.

Vi riporto in breve quanto detto da Paolo Costa, presidente del Porto.

Il porto di Venezia è con Marghera un nodo cruciale per tutto il Veneto per accompagnare e accelerare la ripresa economica. E’ importante che Porto e industria vadano a braccetto cercando e sfruttando le sinergie che ci sono. Marghera sta diventando una grande occasione di rilocalizzazione produttiva; tutto questo sarà possibile se verranno eliminati alcuni impedimenti, non solo a Venezia ma anche a Roma.

Oggi il porto di Marghera conta 13560 addetti in 1034 aziende. Ma siamo di fronte a una confusione strategica.

porto futuro

Ritengo che sia sacrosanta la decisione di mantenere Marghera come grande area industriale e di logistica, bonificando il territorio, rinunciando all’improbabile idea di area di divertimento. Il “pubblico” deve creare le occasioni affinché la convenienza del “privato” si concretizzi in iniziative che vanno in direzione del bene pubblico. Ora il momento è straordinariamente propizio.

porto futuro 1

Questa è la nuova via della seta. Il percorso più breve fra estremo oriente ed Europa passa per l’adriatico e in particolare per venezia. Tre giorni di navigazione in meno rispetto a Rotterdam, con tempi inferiori per raggiungere la Baviera e altre regioni tedesche. Venezia, rispetto ai porti europei, ha le condizioni più favorevoli di centralità globale, mettendo assieme geografia, logistica e industria.

porto futuro 2

Per Paolo Costa sono 4 i tappi da togliere per lo sviluppo del porto:

  1. Costruzione Conca di Malamocco;
  2. Togliere vincoli amministrativi;
  3. Sviluppo del porto off-shore, dove si chiede allo stato solo 700 milioni, mettendo 1.4 miliardi trovati da privati, chiedendo al governo di mettere i soldi solo dopo che i 1.4 sono assicurati;
  4. Crociere: noi abbiamo fatto la nostra proposta, vagliando ogni alternativa. A noi sembra che il Contorta sia la soluzione migliore. Il governo decida.

In conclusione anche questa è un ottima occasione per investire del tempo e dei denari per creare opportunità di lavoro per la città di Venezia e mettere la stessa al centro degli scambia commerciali tra Oriente ed Europa.

Lascia un commento

Archiviato in post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...