Ha vinto Mattarella! Buon lavoro Presidente!

Sergio Mattarella

Con la nomina di Mattarella al Quirinale, ha vinto Renzi e ha vinto l’Italia.

Ha vinto Renzi, perché, proponendo un candidato della miglior tradizione
cattolica democratica, già nella terna indicata da Bersani, ha rivelato la
debolezza di una sinistra PD, divisa al suo interno nel proporre troppi
candidati diversi. Nello stesso tempo, Renzi ha avuto l’accortezza di
agire in modo da far sembrare la scelta di Mattarella – che tutto può
essere considerato, ma non un renziano – come la vittoria anche della
tradizione comunista e ulivista (da cui il voto anche di SEL).

Ha vinto Renzi, perché ha rivelato la debolezza del gioco del centro
destra, che aveva chiesto al PD di proporre un politico di grande
esperienza istituzionale, non renziano, meglio se fuori dalla tradizione
comunista, e che davanti alla proposta Mattarella (che ha tutte queste
caratteristiche) ha strepitato perché il candidato era diverso da quelli
da loro proposti (Amato da FI e Casini dall’NCD), ma alla fine ha dovuto
adeguarsi, per evitare di perdere la faccia davanti al paese. Alfano ha
perso l’ennesima occasione per dimostrare di essere un leader, che sa
cogliere l’attimo. Poteva intestarsi Mattarella, ma è rimasto con la coda
fra le gambe.

Ha vinto Renzi, perché ha mostrato che il patto del Nazareno resiste, ma
non ha mai compreso il presidente della repubblica (anche se Berlusconi ci
sperava!). Renzi, da troppi accusato di doppiezza, in realtà continua a
fare quello che ha detto all’inizio del suo mandato, concordato con
Napolitano: ricerca di confluenze e il più possibile alte e larghe sulle
riforme e sulle cariche istituzionali (presidente della repubblica,
giudici della corte eccetera), rispetto del perimetro della maggioranza
per il governo. Non è che i “doppi” sono gli altri?

Ha vinto Renzi, perché ha per l’ennesima volta rivelato l’inconsistenza
politica dei 5 stelle, che hanno votato per Ferdinando Imposimato (uno che
continua a sostenere che “Emanuela Orlandi è viva, e vive in Turchia, con
il suo compagno che è uno dei suoi sequestratori”), continuando a
sostenere bizzarre ipotesi complottiste, e perdendo l’occasione di
confluire su un nome che, durante 35 anni di vita politica, si è sempre
battuto per molti degli ideali sostenuti proprio dagli elettori 5 stelle
(antimafia, democrazia dell’etere, rapporto diretto elettore-eletti, e
così via).

Ha vinto l’Italia, perché ora abbiamo un presidente che – oltre ad essere
una brava persona, di inappuntabile levatura etica – garantirà il giusto
contrappeso alla Presidenza del Consiglio, spingerà per completare la
stagione delle riforme. Il mio personale auspicio è anche che Mattarella,
grazie alla sua esperienza di legislatore e di costituzionalista, aiuti
anche il governo a migliorare la qualità tecnica e sostanziale delle
proposte legislative, e i rapporti fra governo e parlamento, forse la due
pecche maggiori che trovo nel primo anno dell’attività del governo.

Buon lavoro presidente Mattarella!

2 commenti

Archiviato in post

2 risposte a “Ha vinto Mattarella! Buon lavoro Presidente!

  1. Maria-Paola Giorio

    Grazie Giampi! Mi piacciono proprio le tue considerazioni che condivido appieno! Grazie anche della notizia che qui a Parigi, indaffarate come siamo non eravamo riuscite a sapere! M. Paola e Anna

  2. folengo2

    ottimo commento Gianpiero, avanti tutta…ad majora! Antonio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...