Meno demagogia su Mare Nostrum

Quanta demagogia su Mare Nostrum! Quattro punti per fare chiarezza.

IMG_0530

  1. Mare Nostrum ha diminuito il rischio di “importare” malattie, non lo ha aumentato. Ho visitato la San Giusto, nave ammiraglia dell’operazione, assieme ad altri parlamentari. Ho fotografato alcuni strumenti di tipo sanitario di cui la San Giusto dispone: la barella filtro pressurizzata (necessaria per trasporti di pazienti a con ipotesi           di gravi malattie infettive) e la sala operatoria d’emergenza. Tutte le persone, recuperate in mare, vengono visitate già direttamente nelle navi. Se Mare Nostrum venisse sospesa e se aumentasse il numero di sbarchi diretti dai barconi sulle nostre coste, ilrischio di contagi aumenterebbe. Per inciso, il prefetto di Padova mi ha comunicato che quando i migranti vengono indirizzati ai centri di accoglienza (180 posti in tutta la provincia), vengono nuovamente visitati e vengono poi costantemente controllati dal punto di vista sanitario. Schermata 2014-10-21 alle 23.04.53
  2. Mare Nostrum non ha fatto aumentare gli sbarchi. 250 km di costa della Libia sono oggi totalmente prive di qualsiasi tipo di autorità statale. I profughi partono dalle tante zone di guerra dell’Africa e del Medio Oriente (specialmente dall’Eritrea, dal Mali e dalla Siria), diretti verso queste spiagge. Interrompendo Mare Nostrum, questa gente – che spesso ha affrontato viaggi di migliaia di chilometri – partirebbe lo stesso. E spesso si tratta di famiglie come quella siriana, con cinque figli, che ho fotografato sulla San Giusto. Però, arretrando il raggio di azione delle navi il rischio di naufragio aumenterebbe. È necessario lavorare affinché le guerre africane e del medio oriente (la “Terza guerra mondiale a pezzettini” secondo la definizione di Papa Francesco) diminuiscano, e l’Italia – silenziosamente e con tenacia – sta cercando di farlo, con tutte le difficoltà del caso. Ma a tempi brevi non ci sono alternative: o Mare Nostrum o aumento certo dei morti.IMG_3947

  3. Mare nostrum ha permesso di arrestare 500 scafisti. Grazie a strumenti sofisticati (specialmente sottomarini e droni, come quello di questa foto, sempre in dotazione alla San Giusto) i barconi vengono fotografati di nascosto, e si riesce facilmente a individuare chi “dirige il traffico”, arrestando poi gli scafisti una volta recuperato il barcone. Quindi, Mare Nostrum ha portato legalità attorno alle coste d’Italia. IMG_1169
  4. L’Italia sta iniziando a prendere le misure all’emergenza profughi. Con il decreto stadi & migrazioni – approvato dal Parlamento la scorsa settimana – il sistema di accoglienza territoriale e delle commissioni di valutazioni della condizione di profughi/rifugiati è stato finalmente potenziato e migliorato. Già oggi i tempi di valutazione delle pratiche si stanno accorciando. Nell’ultimo anno, su 140 mila sbarchi, meno di metà ha avuto lo status di rifugiato e il conseguente permesso di soggiorno. L’assistenza (vitto e alloggio) cessa quando lo status viene riconosciuto.

 

Fino a pochi decenni fa, i profughi e gli emigranti eravamo noi. Tutti abbiamo almeno un nonno, uno zio o un cugino che è partito per l’estero, in maniera più o meno regolare. L’altro giorno mi sono concesso qualche ora di pausa, per visitare la Galleria Nazionale Arte Moderna a Villa Borghese. Ho fotografato alcune scene del grande quadro “Emigranti”, dipinto nel 1896 da Adolfo Tommasi. In queste facce ho rivisto lo spaesamento, la povertà e la speranza delle 700 persone stipate nella plancia della San Giusto.

IMG_2424

È giusto continuare Mare Nostrum, con le stesse regole d’ingaggio, meglio se con l’aiuto degli altri paesi dell’Unione Europea. Perché vogliamo che il Mediterraneo sia veramente nostro, mare di vita e non mare di morte. Mi unisco quindi volentieri all’appello formulato oggi su “Europa” dal Sottosegretario agli Esteri Mario Giro:

 

PRESIDENTE RENZI, NON CHIUDERE MARE NOSTRUM!!!

Lascia un commento

Archiviato in post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...