Il punto sulle opere idriche in Veneto

IMG_6270.JPG

Due opere fondamentali

Nella mattinata di martedì 30 settembre ho incontrato a Venezia Maurizio
Conte, assessore all’ambiente della Regione del Veneto. Fra i temi del
nostro colloquio, due sono stati particolarmente rilevanti per il futuro
dell’assetto idro-geologico e dell’economia della regione, e in
particolare della provincia di Padova.

Idrovia Padova-Mare.
La Regione sta espletando gli ultimi dettagli per la definizione del Bando
Europeo di gara per affidare il progetto preliminare (il tutto dovrebbe
concludersi entro un mese). Il Bando prevederà l’utilizzo dell’Idrovia sia
come scolmatore di piena sia come via navigabile. Si prevede che il canale
sia navigabile da chiatte portacontainer che – senza sconvolgere le opere
già realizzate – possano collegare il costruendo porto off-shore di
Venezia con l’interporto di Padova. Una volta assegnato il Bando, è
intenzione dell’Assessore convocare i soggetti pubblici interessati
all’opera (in primis le amministrazioni comunali), in una sorta di
conferenza preliminare dei servizi, in modo da orientare fin da subito
alcune scelte del progetto stesso. Ho insistito affinché vengano coinvolti
anche comitati, associazioni e gruppi di interesse economico. Il progetto
preliminare (con indicazione anche dei costi) dovrebbe essere pronto sei
mesi dopo l’affidamento del Bando. Se tutto fila liscio, verso metà del
2015 il progetto preliminare dovrebbe essere concluso, e da allora potrà
partire seriamente la ricerca del finanziamento. La fonte più realistica
potrebbero essere i fondi FAS (Fondi per le Aree Sottoutilizzate), di
derivazione europea, realisticamente accessibili solo se l’opera avrà
anche la caratteristica di canale navigabile, e non solo di canale
scolmatore. Infine, l’assessore Conte mi ha confermato che l’ipotesi di
realizzare – accanto a o al posto dell’idrovia – una strada camionabile,
fortunatamente, è tramontata.

Collegamento Gorzone-Adige.
Rispetto al collegamento Gorzone-Adige per regimare le acque di piena di
tutto il sistema idrico associato al Gorzone (nella Bassa Padovana),
l’assessore mi ha confermato l’esistenza di un accordo di programma con il
Ministero dei Lavori Pubblici, attraverso il quale arriveranno risorse per
il progetto di un collegamento fra i due fiumi utilizzabile in entrambi i
sensi: per convogliare l’acqua del Gorzone verso l’Adige in caso di piene
del Gorzone, e per convogliare l’acqua dell’Adige verso il sistema idrico
associato al Gorzone nei momenti di siccità. La progettazione preliminare
è in corso. Il costo dell’opera potrebbe aggirarsi attorno ai 20 milioni,
anche questi da finanziare attraverso fondi FAS. L’assessore mi ha poi
comunicato che sono stati assegnati all’ARPAV circa 50 mila Euro per
valutare il livello teorico di inquinamento dei due fiumi, secondo le
varie ipotesi di miscelamento delle acque. L’assessore mi ha anche
comunicato che questi allarmi per l’inquinamento dell’Adige – tutt’ora
utilizzato per l’approvvigionamento idrico del Polesine e della zona di
Chioggia – potrebbero essere fortemente depotenziati quando sarà
completato il circuito di acquedotti del Veneto, che permetterà anche al
Polesine di usufruire delle risorse idriche della zona pedemontana delle
risorgive. Questa opera, a detta dell’assessore, è molto vicina al suo
completamento.

È importante continuare a far pressione affinché su queste due opere –
fondamentali sia per la sicurezza idraulica sia per il benessere economico
di milioni di cittadini – trovino rapidamente compimento. Perché lo
sviluppo sostenibile del Veneto ha bisogno (anche) delle giuste opere,
grandi o piccole che siano

Lascia un commento

Archiviato in post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...