Dichiarazione di voto sulla Mozione Alzheimer

20140426-040525.jpg

Questo è il mio intervento in aula di dichiarazione di voto favorevole alla
mozione della Commisione Sanità sulla cura dei malati di Alzheimer

Il gruppo di Scelta Civica vota con convinzione a favore della mozione sulla cura dei malati di Alzheimer, che ci sembra completa e lungimirante. Riteniamo particolarmente opportuna l’enfasi posta sulla diagnosi precoce, che si sta dimostrando efficace per rallentare il decorso della malattia, favorendo processi neurofisiologici di plasticità cerebrale, che restano possibili anche in età avanzata, al contrario di quanto si riteneva solo pochi anni fa. È quindi importante che la diagnosi precoce entri a pieno titolo nelle nuove linee guida ministeriali, che appaiono sempre più urgenti. Perché l’Alzheimer – anche se per ora non è curabile – non è un destino ineluttabile, ma una patologia che può essere combattuta: rallentandone il decorso, è possibile anche conseguire notevoli risparmi di tempo, denaro e sofferenza, alleviando le necessità di accudimento da parte dei familiari e delle strutture.

In secondo luogo, a nostro avviso è importantissimo promuovere la ricerca su questi temi: ricerca epidemiologica, ricerca di base e ricerca clinica. La ricerca permette di mettere in atto terapie avanzate, ma ha bisogno di centri specializzati e collegati in rete, in cui i medici e i ricercatori non siano oberati di lavoro, e possano accostare all’attività di cura quella della ricerca. Già oggi in Italia vi sono centri di ricerca sulle demenze di eccellenza mondiale. Vanno sostenuti e moltiplicati, spingendoli verso i migliori standard internazionali.

Infine, la lotta alle demenze va considerata in modo integrato. Ad esempio, un recente studio mostra come la sordità senile sia strettamente connessa alla perdita di funzioni cerebrali, a causa del drammatico decremento di stimoli esterni sul cervello. Quindi, un corretto trattamento della sordità senile può contribuire alla lotta contro il decadimento cerebrale.

In conclusione, ci auguriamo che questa mozione sia di stimolo al Governo per un cambio di passo sul trattamento delle decadimento cerebrale. Ancora una volta, non è tanto e solo un problema di soldi, quanto di cultura della salute e di organizzazione sanitaria.

Lascia un commento

Archiviato in post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...