Question time idrovia Padova-mare

20140418-074505.jpg

Questa è l’onterrogazione che ieri, al question time, ho
posto al Ministro Lupi sull’idrovia Padova-Mare, con la risposta del
ministro. E’ un altro passetto verso la realizzazione di un’opera cruciale
da molti punti di vista. La pressione dei territori sulla Regione e sul
Governo è di importanza fondamentale.

Sen. Gianpiero Dalla Zuanna
Scelta Civica per l’Italia

Question Time al Ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, giovedì 18
aprile 2014, ore 16.

Sen. DALLA ZUANNA – Signor ministro, più volte, negli anni e nei mesi
scorsi, estesi territori del Veneto sono stati colpiti da inondazioni, con
morti, famiglie sfollate, centinaia di milioni di euro di danni alle case,
alle attività produttive, a beni collettivi come strade e opere
idrauliche. La rabbia, la rassegnazione e il senso di permanente
insicurezza in cui vivono tante persone e famiglie interrogano chi ha
responsabilità su ambiente e gestione del territorio. Uno studio
commissionato dalla Regione del Veneto ha recentemente confermato
l’opportunità e la fattibilità di un canale scolmatore sul tracciato del
vecchio progetto di idrovia Padova-Venezia – già in gran parte espropriato
a fini idraulici – atto a convogliare in laguna parte dell’acqua del
Brenta, a partire da Vigonovo, a sud-est di Padova. Tale canale avrebbe
almeno quattro vantaggi: (1) proteggerebbe i territori di Padova, Vicenza
e parte del Veneziano dalle esondazioni del Brenta e del Bacchiglione, cui
le opere a tutt’oggi previste non sono in grado di far fronte in caso di
piene simili a quelle del 1966; (2) contrasterebbe i fenomeni erosivi che
stanno interessando parte della laguna di Venezia; (3) garantirebbe un
sollievo all’agricoltura del Veneziano in caso di siccità; (4) potrebbe
infine essere un passo importante verso la realizzazione dell’idrovia
Padova-Venezia, economicamente valida in caso di costruzione del porto
off-shore dell’Alto Adriatico, già inserito nella legge-obiettivo. Per la
realizzazione dell’opera – che costa 2-300 milioni di euro, ossia molto
meno dei danni idraulici degli ultimi tre anni nelle sole province di
Padova e Vicenza – è possibile anche l’accesso a fondi europei, ma è
necessaria un’azione concordata fra Regione del Veneto e Stato centrale.
Nella sua sessione per il bilancio 2014 la Regione ha stanziato una cifra
congrua per il progetto esecutivo, e il Consiglio Regionale ha approvato
anche un OdG in tal senso. Numerosi comuni dell’asta del Brenta e del
Bacchiglione in queste settimane hanno approvato ordini del giorno al fine
di spingere la Regione a dar seguito rapidamente alla progettazione, anche
per essere in tempo a concorrere per bandi europei che scadono nel 2014.
Il Governo intende appoggiare la realizzazione di quest’opera, strategica
per la sicurezza idraulica e la logistica ecologicamente sostenibile di
una delle zone più ricche e densamente abitate del nostro Paese?

Ministro LUPI – Sull’idrovia padano-veneta ha fatto bene il senatore
interrogante a ricordare che è competenza della Regione. Dovremo discutere
con le Regioni il dodicesimo allegato alle infrastrutture. Se la regione
Veneto porrà la questione al Governo, valuteremo insieme ad essa
l’inserimento di questo asset strategico nel nuovo protocollo dell’intesa
di programma della legge obiettivo Veneto – Governo centrale.

Sen. DALLA ZUANNA – Signor Ministro, sono parzialmente soddisfatto, nel
senso che ho piacere di sapere che c’è la disponibilità di inserire
quest’opera importante nella legge obiettivo, però avrei anche piacere che
da parte del Governo ci fosse la presa di coscienza che opere di questo
genere hanno una valenza non solo locale, ma anche molto più vasta,
specialmente in una logica di portualità, in particolare con l’idea di
trasferire, mediante chiatte, i container dal porto offshore al largo di
Venezia per arrivare nel cuore della pianura padana. Ciò comporterebbe un
indubbio vantaggio ecologico, nonché un vantaggio per contendere traffico
ai porti del Nord Europa.

Lascia un commento

Archiviato in post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...