SI PARTE

Scelta Civica lancia campagna Europee: fuori da Ue solo declino
“Va cambiata, ma agli italiani chiediamo di scegliere l’Europa”
Image 

A due mesi dalle elezioni europee che “per la
prima volta nella storia italiana vedono una battaglia tra chi vuole
portare l’Italia fuori dall’Europa” e chi invece crede fermamente nel
progetto comunitario, Scelta Civica lancia la sua campagna elettorale con
un punto fermo: “Uscire dalla Ue sarebbe una catastrofe, ci schieriamo con
chi vuole più Europa e un’Italia che conta sempre di più nella Ue”.
L’occasione anche per avviare un percorso di rappresentanza di quella
“opinione pubblica liberal democratica che non ha alcuna rappresentanza
politica, se non molto frastagliata. Vogliamo dare ospitalità – spiega il
capogruppo Andrea Romano – a tutti coloro che condividono con noi
orizzonte liberaldemocratico”. A partire dal sostegno alla candidatura di
Guy Verhofstadt alla guida della Commissione, contro i candidati di Ppe e
Pse.

Certo, spiega il segretario del movimento Stefania Giannini, “dall’Europa
ci si aspetta un futuro, non la sola austerità che se non accompagnata da
misure per lo sviluppo e la crescita ci condanna ad un destino di
aridità”. Dunque “non crediamo passavamente al progetto Ue, ma ci crediamo
per cambiarlo”. Aggiunge Romano: “Anche noi vogliamo cambiare la Ue, non
ci sta bene così come, ma deve essere chiaro che fuori dall’Europa ci sono
solo miseria, distruzione e declino”. Perchè “solo attraverso l’Europa
possiamo liberare l’Italia dal fardello del debito pubblico. Naturalmente
l’austerità non è una religione, ma possiamo superarla con politiche di
crescita e liberalizzazioni, di riforme coraggiose e con una gestione
rigorosa della spesa pubblica sarà possibile ridurre il carico fiscale”.
Al contrario, “uscire dal’Europa significa moltiplicare la pressione
fiscale e svalutare la ricchezza delle popolazioni. Il caso Argentina è
esemplare”.

Cambiare l’Europa, dunque, ma anche cambiare l’Italia “introducendo più
Europa in tanti ambiti: liberalizzazioni, crescita, trasformazione del
mercato del lavoro, diritti civili, servizi pubblici”. Standard europei
che renderebbero l’Italia “più attrattiva per gli investimenti stranieri”.

Per i candidati è ancora presto: la convention di Scelta Civica si terrà
il 12 aprile a Milano, “in quell’occasione saremo in grado di dire chi sta
con noi”. Perchè se è vero che non ci sono accordi con altre formazioni
politiche già presenti in Parlamento, le liste dei candidati “partono da
Scelta Civica ma raccolgono altri movimenti ispirati da una visione
liberale del Paese e dell’Europa”.

Lascia un commento

Archiviato in post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...