Le Ludopatie ed il gioco d’azzardo

20131221-101920.jpgDdl ludopatie, Vargiu:”impianto della legge e’ condiviso, si lavora su alcuni dettagli”
Non entro su questione allineamento degli aggi e utilizzo delle risorse che
ne deriverebbero, a noi interessa la garanzia della cura e la prevenzione
– “L’obiettivo e’ quello di intervenire su un argomento estremamente
controverso: da un lato l’esigenza di sottrarre alla delinquenza li gioco
d’azzardo che viene esercitato attraverso canali non legali; dall’altro il
problema di evitare che, a causa del gioco patologico compulsivo, si
creino dei casi sanitari che gravano sul sistema sanitario nazionale”.
Cosi’ Pierpaolo Vargiu, presidente della Commissione Affari Sociale della
Camera, in quota Scelta Civica, dove e’ in esame il Ddl Ludopatie. “Ogni
forza politica ha presentato una propria proposta di legge”, prosegue. “La
commissione ha lavorato per un accordo che e’ stato trovato lo scorso
dicembre e in questo momento siamo pronti a discutere gli emendamenti che
modificano in parte il testo”. Ma non si tratta di vere e proprie
modifiche, spiega Vargiu. “In realta’ l’impianto della legge e’ condiviso e
le riflessioni di approfondimento si aprono su alcuni temi di carattere
tecnico, come l’eventuale tessera che prevede il limite di giocate deciso
dal giocatore stesso o la distanza interposta tra gli esercizi”.

Per i tempi “ci vorra’ poco, sebbene il lavoro del Parlamento sia molto
convulso in questi giorni”, precisa. “Vorremmo che anche il governo
partecipasse ai lavori della Commissione e la volonta’ e’ quella di
accelerare il piu’ possibile per andare quanto prima in aula”. Vargiu
distingue poi il gioco d’azzardo patologico dalla “semplice ripetitivita’
del gioco che non raggiunge la patologia. Ma va prevenuta ed e’ previsto
fin da oggi che eventuali comportamenti patologici siano trattati
nell’ambito delle patologie autorizzate dal sistema sanitario nazionale”.
Per quanto riguarda l’ipotesi di allineare gli aggi delle lotterie per
recuperare risorse da destinare a scopi sociali, Vargiu risponde di non
voler entrare nel merito tecnico: “Onestamente non entro nel merito tecnico
dei meccanismi di allineamento degli aggi ed l’eventuale utilizzo di
maggiori introiti che ne deriverebbero”, spiega. “Quello che a noi
interessa, come Commissione, e’ che sia garantita la cura e la
prevenzione”.

Lascia un commento

Archiviato in post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...