No a SC senza Mario monti

20131018-000634.jpg
Condivido totalmente questa dichiarazione di Mario Sberna. In questa fase,
senza Mario Monti, temo che Scelta civica sia semplicemente finita.

*SC: SBERNA “MONTI CI RIPENSI”*
“Da Presidente del Consiglio ha rinunciato, primo di sempre, al relativo
emolumento per riguardo nei confronti delle famiglie in poverta’; da Capo
del governo ha aumentato, per la prima volta dopo troppi anni, le
detrazioni per i figli a carico; da fondatore di un nuovo movimento ha
voluto, unico leader nella storia repubblicana, che un rappresentante
dell’associazionismo familiare entrasse in Parlamento. Se oggi posso
parlare, emendare, legiferare per le famiglie numerose del Paese, e’
grazie al Prof. Monti”. E’ quanto afferma il deputato di Scelta Civica
Mario Sberna, che aggiunge: “Se oggi siamo usciti dal vigile controllo Ue
e possiamo approvare una finanziaria piu’ serena delle precedenti, e’
grazie al Prof. Monti. Se Scelta Civica esiste e sostiene questo governo,
e’ grazie al Prof. Monti. Glielo chiedo col cuore in mano. ‘Professore:
resti con noi, che siamo i suoi. E’ vero, siamo anime diverse e spesso
ballerine, ma tutte – tutte – a Lei riconoscenti e affezionate. Per
favore, ci ripensi”, conclude Sberna.
Condivido le parole di Renato Balduzzi e di Ilaria Capua

(ANSA) – ROMA, 18 OTT – “Ho detto a Mario Monti che comprendo il suo
gesto, inconsueto in un Paese nel quale dominano la mediazione estenuante
e la ricerca di un posizionamento personale a tutti i costi. Gli ho
chiesto anch’io di ripensarci, perche’ la sua presenza ha caratteristiche
uniche di garanzia. Ma non posso non constatare che le sue dimissioni
stanno togliendo ogni alibi ai tanti navigatori dei palazzi della
politica, dentro e fuori Scelta Civica”. Lo afferma Renato Balduzzi di
Scelta Civica. “Nessuno – rileva – puo’ ora pensare di predicare a
sinistra e razzolare a destra (o viceversa), di inneggiare alla legalita’
e di manovrare per perpetuare l’anomalia italiana, di autodefinirsi
popolare dimenticando che, in Italia come in altri Paesi europei (e
Wilfried Martens lo sapeva bene), popolarismo ha sempre rimato con
solidarieta’ e con legalita’, non con populismo e conservatorismo. Anche
il rapporto con il Governo puo’ diventare piu’ limpido: la stabilita’ non
puo’ essere fine a se stessa, ma strumento per fare il bene del Paese con
le riforme strutturali di cui ha bisogno. Scelta Civica non ha mai voluto
essere un partito personale, essendo lo stile del suo presidente agli
antipodi della cultura e della pratica del partito personale. Oggi,
lasciati soli, almeno temporaneamente, dal nostro fondatore, dobbiamo
riuscire a dimostrare che il progetto di Monti (che non era solo
un’agenda, ma uno stile e una provocazione alla politica) di ristrutturare
il sistema politico italiano, togliendo spazio ai conservatorismi come ai
populismi e ai massimalismi, ha la forza per dire qualcosa a quei tanti
italiani che non si accontentano di protestare senza proporre, di gridare
agli scandali altrui senza guardarsi allo specchio, di lamentare il basso
livello dei politici e al tempo stesso di non preoccuparsi di chi i
partiti mettono nelle liste”, conclude Balduzzi.

Monti: Capua, rimanga punto di riferimento
Rispetto sua decisione di dimettersi (ANSA) – ROMA, 18 OTT – ”Non chiedo
a Mario Monti di ritornare sui suoi passi, perche’ rispetto le sue
decisioni e comprendo le motivazioni. Gli chiedo pero’ di rimanere un
punto di riferimento per i parlamentari che lui ha voluto e che si
riconoscono nella sua leadership e per altri in virtu’ della sua
autorevolezza ed esperienza”. Lo afferma la deputata Sc, Ilaria Capua,
vicepresidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati,
commentando le dimissioni del presidente di Scelta Civica. ”Mario Monti
ha piantato un seme riformista in una selva oscura – aggiunge la
parlamentare – ora sta a chi si riconosce nelle sue proposte far crescere
la pianta forte e rigogliosa. Personalmente – conclude Capua – continuero’
a battermi per le ragioni della scienza e per una ricerca piu’
competitiva”. (ANSA).

3 commenti

Archiviato in post

3 risposte a “No a SC senza Mario monti

  1. Cristiano

    bravo onorevole! forza con il Professore!

  2. Mario e Egle Sberna

    Grazie carissimo! Un abbraccio forte

    Mario

  3. Nicolò

    Due brevi considerazioni:

    1) Scelta Civica non è nulla senza Monti. i 3 milioni di voti presi alle scorse elezioni sono voti alla persona di Mario Monti. L’evoluzione delle ultime ore conferma quanto sbagliata sia stata la scelta di tirare all’interno di un movimento nato per essere qualcosa di nuovo dei vecchi politicanti come Casini, Mauro, etc i cui precedenti parlano da soli. Gente che si sta già mupovendo per aver assicurato il posto in Parlamento nella futura legislatura. Faccio notare che in mesi di governo Mauro è passato alla ribalta esclusivamente per la strenua difesa degli F35…nulla di più!!!

    2) Monti ha perfettamente ragione a criticare la legge di stabilità che è un pastrocchio enorme. Pensate che un giovane ragazzo (per inciso il sottoscritto) che si è voluto emancipare dalla famiglia andando a vivere da solo in affitto si prenderà in pieno l’aumento dell’IVA, la parte di Tirse spettante all’inquilino, la diminuzione delle detrazioni per spese mediche…il tutto per avere 7 euro in più al mese in busta paga…vergogna!!! e per inciso il notaio/impenditore/professionista, etc con la casa di 500 mq in centro non paga un euro di IMU…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...