AUMENTO DEL 9% DELLE FAMIGLIE CHE HANNO CHIESTO AIUTO PER MANGIARE

Come dice la Coldiretti, fra il 2010 e il 2012 gli italiani che hanno
problemi per mettere  assieme il pranzo con la cena sono passati da 2,7 a
3,7 milioni. E’ l’ennesimo grido di allarme che giunge dal mondo delle
famiglie. Ad essere colpiti sono gli anelli deboli del paese: le famiglie
numerose, gli anziani soli, gli stranieri.

Questa drammatica escalation può essere interrotta solo da una robusta
ripresa economica. Tuttavia, si possono anche prendere provvedimenti di
riequilibrio, a condizioni vigenti. Ad esempio, le famiglie numerose
potranno essere aiutate se la riforma dell’ISEE, dell’IMU, della TARES e
del sistema delle tariffe dei servizi terrà conto del fatto che – a parità
di reddito – chi ha più figli ha anche più spese. Gli anziani soli
potranno giovarsi di un’integrazione migliore fra welfare pubblico e
welfare convenzionato, meno costoso e più flessibile. Gli stranieri – da
parte loro – possono essere aiutati da una riforma della Bossi-Fini che li
sottragga al rischio di essere schiacciati fra precarietà e clandestinità.

Tutta l’attività politica di Scelta Civica avrà due obiettivi: favorire la
ripresa economica e favorire – nel contempo – una reale protezione delle
persone e delle famiglie più deboli. Verso una vera economia sociale di
mercato.

Sen. Giampiero Dalla Zuanna – Coordinatore del Dipartimento Famiglia e
Integrazione di Scelta Civica

Lascia un commento

Archiviato in post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...